Ultime notizie
18 Agosto 2022 13:31

PIÙ RECENTE  NOTIZIA

Dopo 13 anni nella serie Balkan Ninnisi, l'indimenticabile trio della serie Elveda Rumeli ha incontrato!

La serie Balkan Ninnisi (Balkan Lullaby) continua con successo sullo schermo di TRT1 come una delle produzioni alternative del martedì sera. Un cambiamento significativo è avvenuto nella troupe della serie, in cui Erdal Özyağcılar ha preso il ruolo di protagonista. Serdar Akar si è seduto sulla sedia del regista dopo che Doğan Ümit Karaca, che era stato nelle riprese come regista della serie fino ad ora, se n'è andato per motivi privati.

Serdar Akar, oltre ad essere un nome di grande esperienza, è stato anche il regista della serie TV Elveda Rumeli (Farewell Rumelia), andata in onda su ATV tra il 2007 e il 2009. Quella serie è stata girata a Manastır, in Macedonia, e Erdal Özyağcılar ha interpretato il ruolo principale.

Erman Saban era anche un giovane attore nella squadra della serie in quel momento. Esattamente 13 anni dopo questa serie, 3 nomi importanti si sono riuniti di nuovo sullo stesso set.

Erdal Özyağcılar, Erman Saban e il regista Serdar Akar si sono incontrati con entusiasmo sul set della stessa serie, come hanno fatto 13 anni fa, nei Ninnisi balcanici, il che dimostra che persone di culture diverse possono vivere insieme.

Serdar Akar ha iniziato la sua carriera come regista della serie dopo Doğan Ümit Karaca, che ha girato i primi 4 episodi. Come si ricorderà, il produttore della serie balcanica Ninnisi Uğur Uzunok e il trio di Serdar Akar e Doğan Ümit Karaca hanno fatto parte dello stesso successo nella serie TV Payitaht Abdülhamid.

Serdar Akar, affermando di non essere estraneo in Macedonia, ha ricordato i giorni di Elveda Rumeli e ha detto: “Prima di tutto, non sono estraneo in Macedonia. Mentre giravamo "Elveda Rumeli" in queste terre, abbiamo raccontato lo stato delle persone che vivevano qui cento anni fa. Erano quelli che stavano per partire, forse quelli che si preparavano ad emigrare, e oggi quelli rimasti si raccontano nei “Ninnisi balcanici”… A parte questo, è un piacere incontrare di nuovo le persone con cui lavoriamo. È ancora più divertente incontrarsi nei Balcani. Perché la voce della gioia è forte in queste terre. Ho passato i migliori anni della mia vita in Macedonia. Il nome di mia figlia è balcanico. Immagino che solo questo mi dica quanto sono felice di avere un lavoro nei Balcani". La serie Balkan Ninnisi è una storia che si svolge oggi e ha uno scenario che mette in luce le esperienze di coloro che da lì non hanno potuto migrare. Attirando l'attenzione su questo dettaglio, il regista Serdar Akar ha affermato che sebbene Elveda Rumeli sia un dramma in costume, i Ninnisi balcanici raccontano la realtà di oggi.

Serdar Akar ha sottolineato di essere una persona che conosceva il progetto fin dall'inizio della serie e ha detto: “Ho seguito la storia dall'inizio. Quando Uğur mi ha inviato la sceneggiatura, gli ho raccontato le mie esperienze su "Elveda Rumeli". Stavamo per iniziare insieme, il nostro programma non corrispondeva. Quindi sono stato nella storia fin dall'inizio. Il “Balkan Ninnisi” racconta una storia organica, chiara… Skopje, infatti, è una città divisa in due. Turchi e albanesi da una parte e macedoni dall'altra. Vivono insieme. Ma alla fine sono diversi. Sanno come convivere con le loro differenze. La nostra serie racconta la storia di persone che hanno imparato a vivere in modo diverso. I luoghi sono stati accuratamente selezionati. Prima dell'inizio della serie, sono venuto e ho visto alcuni posti. Erman Saban ci aiuta con il dialetto e i nostri giocatori che vivono in città imparano il dialetto ascoltandolo. La città è uno spazio di lavoro per i giocatori".

Contenuti esclusivi sul nostro canale YouTube

 Sottoscrivi

RelazionatoNotizia