Quando Mehmet Yılmaz Ak si è stufato di essere il cattivo, la serie Yargı è venuta in suo soccorso!
Ultime notizie
7 Ottobre 2022 11:57

PIÙ RECENTE  NOTIZIA

Quando Mehmet Yılmaz Ak si è stufato di essere il cattivo, la serie Yargı è venuta in suo soccorso!

Mehmet Yılmaz Ak, che abbiamo visto nei panni del Procuratore Pars nella serie Yargı, ha una recitazione così impressionante che molti dei suoi fan commentano dicendo che possono credere che sia un pubblico ministero nella vita reale.

L'attore dà vita a uno dei personaggi più influenti della serie ed è riuscito ad aumentare la sua popolarità con la sua interpretazione. Mehmet Yılmaz Ak, che è andato a vedere il musical arabesco preparato dal suo co-protagonista Uğur Aslan, basato sulla sua stessa vita, ha attirato l'attenzione.

Partecipando all'evento con il suo amante Nazlı Çetin, l'attore ha detto che il suo amico Uğur Aslan era molto eccitato prima dello spettacolo. Il famoso attore ha anche disegnato un'immagine armoniosa con il suo amante.

Mehmet Yılmaz Ak ha detto: “Anche Uğur era molto eccitato sul set. Anch'io sono così eccitato. Uğur stava raccontando, perché aveva anche una storia del suo passato. Sono molto curioso della performance di Uğur. L'ho fatto eccitare di più. Siamo venuti tutti per condividere la sua eccitazione". Mehmet Yılmaz Ak, che ha spiegato che tutti erano felici nella serie Yargı e che hanno fatto un buon lavoro come tutta la squadra, ha spiegato che hanno provato sia felicità che eccitazione.

L'attore ha dichiarato: “Leggiamo la sceneggiatura con entusiasmo ogni settimana. È una vita un po' impegnata, quindi continuiamo a provarci. Spero che faremo bene il nostro lavoro il più possibile".

L'attore, che è molto convincente nel suo personaggio di pubblico ministero e i cui fan esprimono spesso questa situazione sui social media, ha affermato di essersi preparato per il suo ruolo con il supporto degli avvocati.

Mehmet Yılmaz Ak ha detto: “Ho interpretato ruoli sbagliati prima, roba da mafia. La mia scelta quest'anno è stata di non suonare roba mafiosa. Il passaggio dalla mafia alla procura è stato un po' rapido. Per fortuna siamo stati in grado di gestirlo. Sto continuando a lavorare. Abbiamo ricevuto supporto dai nostri amici avvocati. Stiamo facendo quello che possiamo".

Contenuti esclusivi sul nostro canale YouTube

 Sottoscrivi

RelazionatoNotizia