L'incredibile evento che ha cambiato la vita di Devrim Yakut, Gülcihan della serie TV Camdaki Kız
Ultime notizie
28 Novembre 2022 15:18

PIÙ RECENTE  NOTIZIA

L'incredibile evento che ha cambiato la vita di Devrim Yakut, Gülcihan della serie TV Camdaki Kız

Nella serie TV Camdaki Kız (Girl in the Glass), trasmessa su Kanal D, uno dei nomi di successo è Devrim Yakut, che interpreta il personaggio di Gülcihan. La maestra attrice dimostra ancora una volta i suoi talenti e si fa un nome nella serie, che continua la sua terza stagione.

Devrim Yakut è nata ad Ankara nel 1968 e nella sua carriera di attrice, iniziata con il teatro, ha interpretato ruoli molto influenti sia nei film che nelle serie TV. Oltre al personaggio di Mihriban nella serie Cesur ve Güzel (Brave and Beautiful), i personaggi di Cemile Sultan nella serie Payitaht Abdulhamid non sono stati dimenticati.

Devrim Yakut, recentemente apparso davanti al pubblico nei panni del Gülcihan della serie Camdaki Kız, ha anche preso parte alle riprese del film Rüyanda Görürsün (Dreaming You Can See). Durante il periodo in cui la serie "Camdaki Kız" è continuata, Devrim Yakut ha avuto un grosso problema. L'attrice, che aveva un grave problema di salute a causa di un coagulo nel cervello, si è presa una pausa dalla serie e ha continuato il suo trattamento in questo processo.

Alla fine di aprile 2022, all'inizio di maggio, con la consapevolezza che il personaggio di Devrim Yakut nella serie TV "Camdaki Kız" non era sullo schermo da un po', i problemi di salute dell'attore sono entrati nell'agenda dei media .

Spiegando che la sua vita è cambiata in un istante dopo questo incidente, l'attore ha detto quanto segue nel programma chiamato Empatia, in cui le storie di vita reale del maestro attore Ahmet Mümtaz Tayla hanno incontrato il pubblico: "In un istante, le nostre vite sono cambiate, in un immediato! Ho lasciato la casa normalmente la mattina, il mese prossimo sarà 1 mese; Quando sono tornato, mio marito Alper non sapeva né parlare né scrivere. Abbiamo solo rilassato un po' Alper, ha lanciato un coagulo nel centro del linguaggio nel suo cervello. Si era dimenticato di parlare e di scrivere, proprio mentre Alper stava riprendendo, i miei piedi si erano intorpiditi, poi le mie mani si erano intorpidite, poi metà della mia faccia era diventata insensibile. Dato che mi sono allenato molto più di Alper e ho letto molto sull'argomento, ho detto che è successo qualcosa al mio cervello, devo andare dal dottore.

Mi sono fatta una piccola borsa, ho svegliato Alper e gli ho detto che dovevo andare in ospedale, credo di avere un coagulo nel cervello, ne ero proprio sicuro! E non mi sbagliavo. È successo davvero… Questa volta, è iniziato un altro difficile processo. Alla fine, sia io che Alper pensiamo: la vita ci ha dato una seconda possibilità. Niente è più lo stesso. Non ho mai pensato di poter morire. Non ho mai perso la speranza”

Contenuti esclusivi sul nostro canale YouTube

 Sottoscrivi

RelazionatoNotizia