Chi è l'emiro Çubukçu? Di dove viene – Altezza – Età – Serie TV – Famiglia
Ultime notizie
29 Novembre 2022 14:43

PIÙ RECENTE  NOTIZIA

Chi è l'emiro Çubukçu? Di dove viene – Altezza – Età – Serie TV – Famiglia

Emir Çubukçu è nato il 28 settembre 1990 a Istanbul. Serie TV, cinema, attore di teatro e scrittore turco.

Nome: Emir Cubukcu Data di nascita: 28 settembre 1990 Luogo di nascita: Istanbul Altezza: 1,79 m.
Peso: 75 chili Segno: Bilancia Colore occhi marroni Instagram: https://www.instagram.com/emircubukcu1/ Anni dell'infanzia: il suo desiderio di essere un attore risale agli anni della sua infanzia. “Lo desideravo da quando ero piccolo, ma nella mia mente di allora, non ricordo perché. Adoravo guardare uno spettacolo, anche le mie mani tremavano per l'eccitazione. Il primo gioco che ho visto; Fatta eccezione per Little Black Fish, era il Kuvayi Milliye dell'Ankara State Theatre. Erano venuti a Istanbul. Non posso spiegare che tipo di personale fosse; Deniz Gökçer, Engin Şenkan, Cevdet Arıcılar, Tijen Par… Gli dei erano sul palco". Vita educativa: Dopo il diploma al Liceo Italiano, ha completato la sua formazione universitaria presso l'Università di Belle Arti Mimar Sinan, Dipartimento di Recitazione. Oltre alle opere teatrali a cui ha preso parte all'università, ha lavorato come assistente presso la Semiha Berksoy Opera Foundation.

Il primo passo nella recitazione: ha iniziato la sua avventura televisiva nel 2012 con il personaggio di "Osman", che ha interpretato nella serie TV "Karadayı".

Con quale progetto ha brillato? Ha attirato l'attenzione con il personaggio di "Ali Taşkın", che ha interpretato nella serie TV "Gülperi".

Mentalità: pensa che una testa sana e un corpo sano siano essenziali per il personaggio di un attore.

Fonte di felicità: La più grande fonte di felicità; Lavoro. “Fin da giovane, penso di voler essere sul palco, essere un attore, fare teatro, dal momento in cui ho avuto l'idea di fare qualcosa, di essere qualcosa quando sono cresciuto. Se non si contano i desideri iniziali di essere un calciatore o un medico. Queste non erano cose che potevo essere, ho sempre voluto essere un attore. La mia famiglia ha un'influenza significativa. Dato che ho una famiglia amante dell'arte, andavamo spesso ai giochi".

Primo lungometraggio: Biket İlhan/ Unfinished Miracle La sua visione della vita: l'insegnamento più importante che abbia mai imparato sulla recitazione; Oltre a continuare ad imparare, per essere un buon attore è necessario essere una brava persona ed essere sinceri.

La sua visione della vita lavorativa: trova privo di significato che alcuni di coloro che agiscono o scrivono identifichino la loro professione con l'aggettivo "schizofrenico". “Recitare non è affatto così. Esagerazione totale secondo me. Cosa potrebbe essere schizofrenico? Fai il tuo gioco e poi prendi un caffè nel trailer. Per me l'atto di scrivere non è una condizione schizofrenica".

Il suo punto di vista sul teatro: subito dopo essersi diplomato al conservatorio, ha fondato il Theatre D22 nel 2013 con i suoi amici della stessa scuola, Can Kulan e Berkay Ateş. “Il mio unico sogno di recitare è; Voglio stare sul palcoscenico del teatro finché sarò in salute. Voglio continuare a fare teatro, continuare a lottare in questo campo, finché posso, finché posso".

Piano di carriera: quando arriva una proposta di progetto, prima guarda il regista. “Per me, il regista viene prima di tutto. Ad esempio, la mia agenzia ha detto: 'Emir, c'è un progetto che vogliono che tu faccia. Quando dicono: "Ti stiamo inviando la sceneggiatura", dico: "Chi recita e chi dirige?" Diciamo che c'è un regista o un attore con cui non preferisco lavorare nel progetto, ma il personaggio è enorme. Probabilmente non lavorerò. Perché non posso. Non posso interpretare il personaggio che interpreterò come vuole lui".

Sognando il futuro: sogna una vita futura in una città di mare dove può vivere con i suoi libri, programmi TV e film. “Allo stesso tempo, ho la libertà di andare all'estero quando voglio. Mi piacerebbe avere queste due libertà nelle mie mani. Sono una persona che ha bisogno di tranquillità per continuare a vivere".

Come ha deciso di scrivere un libro: nel 2017 ha pubblicato il suo primo libro di storie, "In That Uncertain Time of the Day". “Ho compilato i racconti che scrivevo da un po', li ho messi in un fascicolo e li ho dati alla casa editrice. Lo hanno anche trovato degno di pubblicazione. Scrivere continuerà come una delle attività principali della mia vita".

Da quale film è stato influenzato: il film da cui è stato maggiormente influenzato; Secondo lui, Teströl Es Lelekröl (Body and Spirit) è il miglior film di tutti i tempi; Persona di Ingmar Bergman. Il film che gli è piaciuto guardare e che ha visto molte volte è; Il nastro bianco.

La città in cui vorrebbe viaggiare di più: Bergen, Norvegia.

Città dei sogni: Vienna.

La parola/frase che usi più spesso: cosa c'entra con essa?

SERIE TV 2021- Yalancı/ Ahmet Bilgen 2020- Babil / Cihan 2020 – Zemheri/ Faruk 2018 – Gülperi / Ali Taşkın 2017 – Rüya / İnan Ardalı 2016/2017 – Bana Sevmeyi Anlat / Burak Tuğcu 2015 – Beyaz Gece2/ Burak 2015 – Karadayı / Osman Güney CINEMA MOVIES 2019- The Last Kick of Our Love / Çetin 2016- Sizo Seyks (cortometraggio) 2016- Missing/ Mustafa (cortometraggio) 2013 – Unfinished Miracle / Rebel THEATRE GAMES 2021- How Does Eight People Fit in a a Camera? / Attore 2018- La verità, sicuramente un giorno / Attrice 2017- La fattoria degli animali / Assistente alla regia 2016- Guarda il mondo attraverso i miei occhi / Attrice 2015- Bird Kiss / Regista 2014- Cormorano / Attore 2013- Twenty-Five / Giornalista 2013- Bent / Horst

Contenuti esclusivi sul nostro canale YouTube

 Sottoscrivi

RelazionatoNotizia